CapoDanno

C’è qualcosa di concettualmente sbagliato nei festeggiamenti del primo dell’anno. Specie per chi come me compila lunghe liste di buoni propositi e ancor di più per chi ha la sindrome del “lo faccio da lunedì” che ha l’imprescindibile variante “lo faccio dall’inizio del prossimo mese” e quindi vede nel 1 gennaio una sorta di primavera, di appuntamento rinascimentale.
Ecco: se abbiamo compilato queste lunghe liste di cose da fare, di impegni da rispettare, di compiti da svolgere, perchè poi trascorriamo il primo gennaio all’insegna del più totale cazzeggio? Mi sembra un controsenso.
Ad esempio nella mia lista di propositi dell’anno nuovo c’è quella di ultimare la tesi, di trovare un lavoro migliore, ma anche di acculturarmi, dedicando il tempo necessario per cercare di leggere un libro al giorno, per guardare un film al giorno, e dedicare più tempo alla mia forma fisica facendo più attività fisica, non importa se facendo ginnastica nel chiuso della mia stanza o footing in riva al mare.
E ora scusatemi, è il 3 gennaio e già mi tocca guardare tre film, leggere tre libri e fare 150 flessioni.

Annunci

3 Responses to CapoDanno

  1. Cri says:

    😀
    E’ inutile, quello che scrivi mi piacerà e delizierà in eterno. ^_^

  2. I buoni propositi se non vengono realizzati…poi ti avviliscono…! I miei? seguirti, seguire Spinoza…il tutto senza muovere un dito e senza…sforzarmi!!! ALLELUIA!

  3. penna bianca says:

    Leggerti è terapeutico 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: